Per Jimbo

 

 

Un giorno una volontaria ti vide per strada. Ti vide come vedeva tanti altri cani più o meno magri, più o meno randagi, più o meno tristi. Tu eri PIU' degli altri e lei, dimenticando il divieto di portare altri cani in canile, ti raccolse dalla strada e ti portò da noi. Ti chiamammo Jimbo: chissà se avevi mai avuto un nome, chissà se ti è mai piaciuto quello che ti avevamo dato, ma tu lo accettasti, accettasti noi, la tua nuova vita in canile, i tuoi nuovi compagni a 4 zampe.

Ti mettemmo in compagnia di una femmina, Gloria che è stata la tua compagna in quest'anno passato insieme. Sei sempre stato mansueto, obbediente, rassegnato.
Mai un lamento, mai un fastidio. Un cane invisibile, come tanti, come troppi che non avranno mai una speranza di adozione. E sì che ti abbiamo proposto, pubblicizzato, fotografato per Internet, ma noi sappiamo che la vita è anche e forse soprattutto una questione di fortuna.
Quanti anni hai passato per strada? avevi un padrone? sei nato randagio? Non lo sapremo mai. Una notte te ne sei andato silenziosamente così come avevi vissuto, senza far rumore, senza dare fastidio, salutando Barbara la sera prima quando ti ha dato quello che sarebbe stato il tuo ultimo biscotto. Noi abbiamo cercato di regalarti l'amore, la cuccia e la pappa che meritavi. Scusaci se non abbaiamo saputo fare di più per te.

Ti ricorderemo Jimbo con quella tua aria melanconica.
So per certo che ora che hai attraversato il Ponte dell'Arcobaleno sei tornato giovane, fiero, felice e corri per i prati insieme a tanti altri animali che hanno sofferto per mano umana. Corri Jimbo nel tuo paradiso. Amici di Fido ti ha voluto bene e ha cercato di darti un po' di quella serenità che il tuo destino non ti aveva concesso fino a quando non hai incontrato Cristina.

Con affetto

Informazioni legali | Privacy | Informativa sui cookie | Sitemap
Amici di Fido Onlus - 2012/2017 diritti riservati